La Miastenia Gravis

 

La miastenia gravis è una malattia causata dalla produzione di auto-anticorpi che attaccano le “placche neuromuscolari”, i microscopici punti di congiunzione fra i nervi ed i muscoli volontari. La sede principale di produzione di questi autoanticorpi risiede nel timo.

Gli auto-anticorpi inibiscono la trasmissione nervosa dell’impulso motorio causando debolezza della contrazione muscolare. Tutti i sintomi della miastenia gravis sono riconducibili a questo meccanismo.

I sintomi variano a seconda dei gruppi muscolari maggiormente coinvolti:

Stanchezza e debolezza progressiva, visione doppia (diplopia, da miastenia oculare), incapacità di deglutire, voce nasale (disfagia e rinolalia, da miastenia della muscolatura facciale e faringea).

Nei casi iniziali, i sintomi sono sfumati e limitati a lieve debolezza o facile affaticabilità, che possono essere facilmente confuse con mille altre cause. Nei casi più gravi si può arrivare ad insufficienza respiratoria per coinvolgimento dei muscoli respiratori (crisi miastenica) con necessità di terapia intensiva.

La terapia farmacologica della MG si basa sulla somministrazione di farmaci per migliorare la trasmissione nervosa al muscolo, sul cortisone e farmaci immunosoppressori per ridurre la risposta immunitaria “sbagliata” e diminuire la produzione di auto-anticorpi.

In casi severi si ricorre alla plasmaferesi (ricambio del plasma per rimuovere gli auto-anticorpi) e immunoglobuline ad alte dosi per via endovenosa.

Alcuni pazienti vanno incontro a una remissione completa della patologia con adeguato trattamento, ma in generale i pazienti devono proseguire una terapia medica per tenere la miastenia costantemente sotto controllo.


Stampa